Indicazioni e strumenti nella riabilitazione del paziente con problematiche respiratorie – 11 Aprile 2015 – Acireale (CT)

0,00

Informazioni
Provider ECM: AV Eventi e Formazione
Crediti ECM: 7
Data:  11 Aprile 2015
Location: Acireale (CT)
Destinatari: Fisioterapisti e Medici Specialisti in Fisiatria. Evento riservato ai soli iscritti all’Associazione ATC® 2015

Scarica la brochure

Le patologie respiratorie sia che interessino il bambino che l’adulto rappresentano una delle prime cause di mortalità e invalidità permanente nei paesi industrializzati e in quelli che sono in via di sviluppo
Negli ultimi anni sono stati compiuti continui progressi sia nell’applicazione di metodiche diagnostiche che nello sviluppo di nuovi approcci terapeutici nella gestione delle patologie respiratorie e sempre più sta crescendo l’interesse per la riabilitazione respiratoria.

La personalizzazione del programma riabilitativo è il punto essenziale dell’approccio al paziente con problematiche ventilatorie e ciò passa necessariamente dalla capacità di identificare le caratteristiche funzionali del paziente candidato al trattamento. La valutazione deve essere multidimensionale ai fini di evidenziare le aree di intervento più utili, in relazione ai danni determinati nell’organismo relativi alla funzione respiratoria. La formazione e la specializzazione del fisioterapista in campo respiratorio è quindi necessaria e non può prescindere da un solido substrato di conoscenza di fisiologia, fisiopatologia respiratoria e meccanica respiratoria. Altri punti essenziali che devono essere approfonditi in tutte le loro angolazioni e problematiche sono l’ossigenoterapia a lungo termine, la nebulizzazione di farmaci, la ventilazione non invasiva. Tali interventi terapeutici necessitano di una conoscenza adeguata e appropriata perché da ciò ne deriva il management clinico.

Si impone quindi la conoscenza sia teorica che pratica delle varie metodiche di distruzione bronchiale che nei vari anni si sono sviluppate in campo respiratorio, e allo stesso tempo la loro revisione e valutazione alla luce degli studi più recenti, per poter fornire al fisioterapista strumenti di lavoro basati sulla medicina dell’evidenza.

Sul mercato inoltre esiste una vasta gamma di ausili respiratori e di strumenti meccanici, pertanto è necessario che il fisioterapista ne conosca tutte le caratteristiche in modo da utilizzarli nel modo più consono e appropriato. Soltanto con un delicato e professionale lavoro di equipe si riuscirà ad assistere adeguatamente il paziente.

Descrizione

riabilitazioneInformazioni
Provider ECM: AV Eventi e Formazione
Crediti ECM: 7
Data:  11 Aprile 2015
Location: Acireale (CT)
Destinatari: Fisioterapisti e Medici Specialisti in Fisiatria. Evento riservato ai soli iscritti all’Associazione ATC®  2015

Scarica la brochure

Le patologie respiratorie sia che interessino il bambino che l’adulto rappresentano una delle prime cause di mortalità e invalidità permanente nei paesi industrializzati e in quelli che sono in via di sviluppo
Negli ultimi anni sono stati compiuti continui progressi sia nell’applicazione di metodiche diagnostiche che nello sviluppo di nuovi approcci terapeutici nella gestione delle patologie respiratorie e sempre più sta crescendo l’interesse per la riabilitazione respiratoria.

La personalizzazione del programma riabilitativo è il punto essenziale dell’approccio al paziente con problematiche ventilatorie e ciò passa necessariamente dalla capacità di identificare le caratteristiche funzionali del paziente candidato al trattamento. La valutazione deve essere multidimensionale ai fini di evidenziare le aree di intervento più utili, in relazione ai danni determinati nell’organismo relativi alla funzione respiratoria. La formazione e la specializzazione del fisioterapista in campo respiratorio è quindi necessaria e non può prescindere da un solido substrato di conoscenza di fisiologia, fisiopatologia respiratoria e meccanica respiratoria. Altri punti essenziali che devono essere approfonditi in tutte le loro angolazioni e problematiche sono l’ossigenoterapia a lungo termine, la nebulizzazione di farmaci, la ventilazione non invasiva. Tali interventi terapeutici necessitano di una conoscenza adeguata e appropriata perché da ciò ne deriva il management clinico.

Si impone quindi la conoscenza sia teorica che pratica delle varie metodiche di distruzione bronchiale che nei vari anni si sono sviluppate in campo respiratorio, e allo stesso tempo la loro revisione e valutazione alla luce degli studi più recenti, per poter fornire al fisioterapista strumenti di lavoro basati sulla medicina dell’evidenza.

Sul mercato inoltre esiste una vasta gamma di ausili respiratori e di strumenti meccanici, pertanto è necessario che il fisioterapista ne conosca tutte le caratteristiche in modo da utilizzarli nel modo più consono e appropriato. Soltanto con un delicato e professionale lavoro di equipe si riuscirà ad assistere adeguatamente il paziente.

0